SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Velluto Blu

Rating: 4.00/5 (1 Vote)
Velluto Blu 4.00 of 5 1 Vote.
Jeffrey (Kyle MacLachlan) è un giovane ragazzo perbene. Tornando da una visita al padre che si trova in ospedale, passando per un campo trova un orecchio umano. Decide quindi di andare alla polizia, portando quel brandello umano al detective Williams, padre di una sua compagna di scuola. Dopo averlo fatto analizzare però, il poliziotto gli intima di restare alla larga dal caso e di non fare più domande. La figlia Sandy (Laura Dern), avendo origliato il dialogo tra Jeffrey ed il padre, indica al ragazzo un edificio, abitazione di una cantante dei sobborghi, la quale è sicuramente coinvolta in questa macabra vicenda. Jeffrey deciderà di intrufolarsi di straforo nell'appartamento di quest'ultima per vederci più chiaro.La trama è sicuramente più lineare rispetto a lavori più recenti di Lynch quali Strade Perdute e Mulholland Drive, ma, di certo, non meno intrigante e misteriosa. Il marchio di Lynch si sente: le atmosfere sono quelle caratteristiche dei suoi film, così come le inquadrature, la regia, le musiche (realizzate da Angelo Badalamenti) e la sempre fantastica fotografia. Tutto è perfetto, tutto è curato nel dettaglio, nulla viene lasciato al caso… e si vede. Velluto Blu non è una pellicola qualsiasi, è un film di David Lynch, e il regista stesso sembra volerlo sottolineare, non vuole che ci siano dubbi. Basta un'occhiata per capire che l'ha diretto lui: con questo non significa che i suoi lavori siano tutti uguali, è solo che nei suoi film la sua firma c'è sempre, ed è evidente, come un marchio, un certificato di qualità. In Mulholland Drive avevamo i sogni che si tramutavano in incubi, la ricerca dell'equazione che riassumesse le paure dell'uomo, qui invece abbiamo un pò l'opposto: la formula è quella dell'incubo che infine sfocia, si conclude formalmente nella realizzazione del sogno. Jeffrey non è molto lontano, come personaggio, dalla Betty del film sopracitato, solo che il protagonista di Velluto Blu, a differenza della ragazza, si ritrova catapultato in un mondo a lui del tutto sconosciuto, in cui è un estraneo e, all'inizio, solo un curioso osservatore esterno, che scruta dall'interno dell'armadio della cantante quella realtà che gli incute timore e che lo affascina al tempo stesso, quel mondo che lo catturerà e lo travolgerà senza via di scampo, per poi riespellerlo nella dimensione da cui era venuto, quella dei ragazzi 'perbene', lasciandolo al suo happy-end.Fantastiche le interpretazioni, in primis quella di Dennis Hopper, grandioso e davvero sopra le righe nelle vesti del sadico tossicomane (tra l'altro era uscito da poco di galera), seguito a ruota da quella di una splendida Isabella Rosselini, che invece interpreta una sensuale cantante di nightclub. Come già detto le atmosfere sono eccellenti: la fotografia e la musica, le cui liriche sembrano addirittura far parte della sceneggiatura (consiglio la visione in inglese per la comprensione ottimale di quest'aspetto), perfettamente amalgamate con ciò che accade e con ciò che viene detto. La fotografia (anche in questo caso molto simile a quella di Strade Perdute) è azzeccatissima, del tutto in sintonia con l'atmosfera che si riesce respirare a pieni polmoni. Le inquadrature sembrano più uscite da un quadro che da una macchina da presa, come se Lynch lavorasse con dei pennelli invece che con degli obiettivi. Un film da non perdere, forse di non altissima tensione, ma di grande fascino.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Sabato, 01 Gennaio 2005

Mulholland Drive

  • Martedì, 22 Novembre 2011
  • Da Super User

Arriva Drive-Thru, la parodia di Drive di Nicolas Winding Refn!!!

  • Lunedì, 01 Marzo 2004
  • Da Alberto Alamia

Strade Perdute

  • Giovedì, 07 Luglio 2011
  • Da Francesco Scardone

Ascension

  • Giovedì, 07 Luglio 2011
  • Da mike

Drive

  • Mercoledì, 08 Giugno 2011
  • Da Alberto Genovese

Drive Angry 3D

  • Giovedì, 03 Febbraio 2011
  • Da Super User

Poster italiano e Data di Uscita nei nostri cinema per Drive Angry 3D: Destinazione Inferno

  • Mercoledì, 26 Giugno 2013
  • Da mike

Solo Dio Perdona

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort