SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Un Tranquillo Week-End di Paura

Rating: 4.00/5 (1 Vote)
Un Tranquillo Week-End di Paura 4.00 of 5 1 Vote.
Tratto da un romanzo di James Dickey, qui anche in veste di sceneggiatore, John Boorman realizza una pellicola che suscitò parecchio scalpore alla sua uscita e che ancora oggi è ricordata per alcune scene di violenza (anche se non mostrate direttamente) di cui sono vittime i suoi protagonisti. Con il mitico Burt Reynolds nella parte del macho che si sente un tutt'uno con la natura ed un Jon Voight che si deve scoprire eroe, il film narra di quattro amici che si recano lungo un fiume dei monti Appalachi per fare una discesa in canoa, un week end a contatto con la natura selvaggia in mezzo a boschi incontaminati, dove di lì a poco tutto sarà sommerso dall'acqua per la costruzione di una titanica diga.
I quattro amici però non hanno fatto i conti con la popolazione locale, una comunità chiusa, composta da personaggi brutti, sporchi e cattivi, che non vogliono che dei forestieri mettano piede nelle loro terre, o girino nei loro boschi, e quello che doveva essere un tranquillo week-end, diventa ben presto un inferno.Il film di Dickey ha due temi fondamentali si cui riflettere. Il primo è il rapporto tra l'uomo e la natura (incontaminata), mentre il secondo riguarda i montanari del sud/sud-est degli USA, apostrofati con il termine dispregiativo di Red-Neck (coppino rosso, per via del lavoro nei campi sotto il sole cocente). Se con il primo tema il regista critica il distacco sempre più evidente ed ormai irrefrenabile tra la natura e l'uomo (nel film impegnato alla costruzione di una diga che romperà l'equilibro del fiume e dei boschi), con il secondo porta alla luce la realtà di una comunità rurale disadattata al di fuori di ogni piano sociale di integrazione. I Red-Neck sono, come detto, Brutti, sporchi e cattivi, hanno deformità di vario tipo a causa del cosidetto Inbreeding, ovvero rapporti tra consanguinei che causano malattie genetiche alla discendenza, sono selvaggi, girano sempre con fucili pronti a sparare, le loro abitazioni sono spesso delle baracche i cui cortili sono delle discariche di rottami, infine sono dediti a pratiche depravate.Il cinema ha ripreso varie volte i problemi sociali di queste comunità. Basti ricordare alcuni titoli come Non aprite quella Porta, Wrong Turn e Cabin Fever, oppure I Guerrieri della Palude Silenziosa, dove invece dei montanari Red-Neck i protagonisti sono i Cajun della Louisiana. Pellicola che riscosse un notevole successo di pubblico e che ancora oggi non sente per nulla il peso degli anni, nonostante alla sua uscita destò un certo scalpore proprio per i temi trattati, ed in modo particolare -- inizio spoiler -- lo stupro omosessuale da parte dei Red-Neck su uno della compagnia -- fine spoiler --. Eloquente è la frase detta da Lewis/Reynolds:Non voglio affrontare un processo con il fratello o il cognato di questo tizio a presiederlo e magari con i genitori e la sorella nella giuria. Un Tranquillo Week-end di Paura è un ottimo film, di quelli di cui il cinema odierno sente pesantemente la mancanza.
Curiosità (con spoiler): La scena dello stupro di Bobby è rimasta talmente indelebile nella storia del cinema che gli autori di South Park nella dodicesima stagione del cartone animato ne hanno riportato la citazione. Nella puntata Il problema Cina Stan e compagni sono distrutti emotivamente dopo aver visto al cinema l'ultimo film di Indiana Jones, ritenendolo un vero stupro da parte di Lucas e Spielberg, tanto da avere continui incubi dei due autori che violentano il povero prof. Jones, in uno degli incubi viene riprodotta fedelmente la scena dei due Red-Neck con Bobby."

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Giovedì, 17 Marzo 2005
  • Da Maxena

Patrick Vive Ancora

  • Venerdì, 27 Gennaio 2012
  • Da Padre Karras

Un Lupo Mannaro Americano a Londra

  • Sabato, 02 Aprile 2005
  • Da Salvatore Mennea

La Signora Omicidi Colpisce Ancora

  • Martedì, 31 Agosto 2010

Un Tranquillo Week-end di Paura

  • Mercoledì, 31 Marzo 2010
  • Da Super User

22 Ore di Sogno - Il Cinema di Luis Buñuel dal 15 Aprile sino al 16 Maggio a Roma

  • Sabato, 09 Luglio 2005
  • Da Andrea Lanza

Snakeman: Il Predatore

  • Martedì, 20 Agosto 2013
  • Da Francesco paolo Cinconze

L'Evocazione

  • Venerdì, 18 Febbraio 2011
  • Da Super User

The Shock Labyrinth: Extreme 3D, l'horror di Takashi Shimizu da Oggi nei Cinema

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort