SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

The Witches Hammer

Rating: 2.00/5 (1 Vote)
The Witches Hammer 2.00 of 5 1 Vote.
Rebecca è una giovane e bella ragazza inglese, sposata con figlioletto al seguitou2026i piani sequenza la vedono attraversare il parco un istante prima di essere aggredita e un attimo dopo all'interno della sacca mortuaria, dove una strana coppia si scambia sguardi di apprezzamento. Sottoposta a trattamento di ingegneria genetica secondo le richieste del misterioso progetto 571, verrà trasformata in vampiro e carnefice dei suoi simili. Fin qui le dimensioni dell'argomento non lasciano dubbi: è una storia di vampiri, streghe e malvagi assortiti che combattono per accaparrarsi il malleus malleficarum (the witches hammer), un antico testo che consentirà al più onorevole della combriccola magica di risvegliare le anime dei dannati e aprire i cancelli dell'inferno sulla terra (non si capisce poi però con quale reale vantaggio).

Senza l'appeal di film come Blade, Underworld o serie televisive come Buffy e Angel, con qualche azzardo sperimentale e molti combattimenti a base di arti marziali, troviamo anche riesumata un'interprete televisiva d'eccezione, molto amata negli anni '80, Stephanie Beacham (Dynasty, I Colby), qui nei panni della mefistofelica Madeline. Amplissimo il girotondo dei personaggi tra cui spiccano l'ingorda vampira Charlotte e Oscar, suo compagno di giochi, eccentriche le strategie e le scelte narrative: l'intreccio del film si risolve in un contesto prudentemente macchinoso e se la trasformazione di Rebecca costituisce l'invenzione principale della storia, l'azione convergente dei troppi personaggi rende tangenziale il racconto personale di ognuno, punto prospettico distorto ma comunque notevole di ogni membro dell'improvvisata comunità magica, sui quali torreggia per bravura ed ironia la protagonista Claudia Coulbert (noto mezzosoprano).

Partner della nostra eroina, lo storico e prete Edward, un turbato Jonathan Sidgewick (Sanitarium)...Avranno la meglio su tutti: con cinismo la prima, con lo sconcerto di chi si ritrova in uno splatter scomposto, quasi fosse il prototipo di un gioco di ruolo fine a sè stesso il secondo.
Apprezzabile la regia di James Eaves, anche sceneggiatore del film che sceglie un incipit cupo e minaccioso d'insolita spietatezza e riesce a raccontare con toni briosi le vicende paterne di Charlotte o esibire senza troppi vezzi cinematografici al meglio della forma interpretativa, la rediviva Stephanie Beacham. Assolutamente da vedere anche in considerazione d'archivio come opera prima della neonata Amber Pictures: promettente.English Translation:

Rebecca is a young and beautiful English girl, married and mother of a little childu2026 A brief sequence sees her crossing the park a moment before being assaulted and a moment after inside the mortuary bag when a strange couple exchange understanding looks. Subjected to a treatment of genetic engineering by a mysterious plan 571, she will be transformed into a vampire and a slayer; well until now, the dimensions of the argument don't give full play to the doubts: it's a story of vampires, witches an ill-assorted company: they fight in order to buy up the malleus malleficarum (the witches hammer), an ancient book that will allow the souls of the damned to rise on earth and open hell's gates (but for which advantage? Perhaps for the most cunning of the magical gang).

Without the appeal of pictures as Blade, Underworld or acclaimed television series as Buffy and Angel, with some experimental risk and many combats in kung fu taste, we find also a famous television interpreter, Stephanie Beacham (a great return from Dynasty and The Colbys in the Eighties!) in the role of the diabolical Madeline.
A Broadest selection of characters amongst who Charlotte (a greedy vampire) and Oscar her playmate, stand out, fancies the choices and the fiction strategies: the plot resolves on an intricated and carefully designed context and if the transformation of Rebecca represents the main creation of the film, the convergin action of too many parts, takes second place, the personal story of everyone, distorted perspective point but however remarkable for every member of the magical communityu2026On all appears for a great ability and irony the leading actress, Claudia Coulter (also a famous mezzosoprano).

Edward, our heroine's partner, is a priest and historian (a troubled Jonathan Sidgewick seen in Sanitarium)u2026They will have an upper hand: the first one with a certain cynicism, the second with the perplexity of who finds himself in a tumbled splatter similar to a role game an end in itself.
James Eaves whose direction can be only appreciated, is also the screenwriter who choises a dark and threatening incipit with unusual cruelty but being able to narrate with vivacious tones, Charlotte's paternal vicissitudes or offering without mannerism, a revived Stephanie Beacham best performance. An absolute must see, also in archives consideration as first work of new Amber Pictures: promising.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Sabato, 01 Gennaio 2005

The Witches Hammer

  • Venerdì, 22 Giugno 2012
  • Da Super User

Charlie Sheen sarà il Presidente degli Stati Uniti in Machete Kills

  • Mercoledì, 16 Novembre 2011
  • Da Paolo Spagnuolo

La Lunga Notte dell'Orrore

  • Lunedì, 27 Febbraio 2012
  • Da Super User

Svelato il ruolo che avrì Guy Pearce in Prometheus? Forse ho trovato qualcosa di più...

  • Lunedì, 07 Maggio 2012
  • Da Super User

Machete Kills diventa sempre più Hot - Sofia Vergara e Amber Heard nel cast

  • Giovedì, 10 Ottobre 2013
  • Da Super User

Demonic - James Wan ci porta a Casa del Demonio

  • Venerdì, 24 Ottobre 2014
  • Da Marco Viola

Il Trailer USA di The Woman in Black 2

  • Lunedì, 15 Novembre 2010
  • Da Super User

La Hammer Film Productions e Christopher Lee tornano insieme nei Cinema con The Resident. Hilary Swank nel Cast.

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort