SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

The Uninvited

Rating: 2.00/5 (1 Vote)
The Uninvited 2.00 of 5 1 Vote.
Vedersi The Uninvited è come assistere ad un numero di illusionismo con il trucco spiattellato in bella mostra...impossibile provare stupore poichè la verità, la chiave del mistero è sotto i nostri occhi dall'inizio alla fine. A decretare questo insuccesso due elementi fondamentali: il consueto fattore remake (oramai ingrediente quasi imprescindibile della cinematografia Usa contemporanea) ed il fattore tempo.Vediamo di partire con ordine.
The Uninvited
è in realtà il remake di Two Sisters, l'ottimo thriller di Ji-woon Kim che costruiva l'intero percorso narrativo col fine di stordire lo spettatore mediante un'unica potente, quanto inaspettata conclusione o twist ending. Una volta che tutto veniva posto alla luce del sole ogni tassello, anche quello in apparenza più insignificante o inspiegabile, assumeva una precisa funzione che permetteva al grande mosaico dell'enigma di palesarsi ai nostri occhi in tutto il suo splendore. La regia di Ji-woon Kim è efficace, così come la fotografia e l'interpretazione magistrale del cast, ma è proprio questa illusione perfetta insita nella pellicola che ha reso magico Two Sisters e sperare che il medesimo trucco, riproposto qualche anno dopo, possa sortire gli stessi felici risultati, è pura utopia. A meno che i produttori non considerino il pubblico alla stregua di una legione di imbecilli lobotomizzati.Il trio di sceneggiatori (pensate, ben tre crani al lavoro su uno script già esistente), composto da Carlo Bernard, Doug Miro e Craig Rosenberg (quest'ultimo regista del fallimentare Half Light), ha cercato di ovviare a questo problema imbastendo una pallida sottotrama in salsa thriller, responsabile però a mio giudizio di aver parzialmente snaturato quella che poi dovrebbe essere la vera essenza del film: una storia di fantasmi.Ora veniamo al secondo dei punti da me elencati all'inizio di questo articolo: il fattore tempo. E' innegabile che ci sia una buona parte di pubblico che mal digerisce il cinema orientale; è un fatto che non riesco a comprendere ma che rispetto, come qualsiasi opinione. Questa categoria di persone potrebbe sentirsi immune dall'elemento remake, in quanto sicuramente non si sarà mai avvicinata alla pellicola Coreana, quindi teoricamente l'effetto sorpresa dovrebbe rimanere intatto. Nutro forti dubbi in proposito...(seguono rimandi a film che potrebbero rivelarsi degli spoiler per The Uninvited)Nel 1999 M. Night Shyamalan con il suo capolavoro, Il Sesto Senso, ha letteralmente scosso le platee di tutto il mondo, introducendo un nuovo modo di fare cinema. Il già citato twist ending, divenuto da quel momento in poi il marchio di fabbrica (nel bene e nel male) dello stile del regista indiano, ha per forza di cose dato vita ad una progenie di titoli con un'analoga struttura portante (basti pensare all'ottimo The Others o allo stesso Two Sisters). Dubito quindi che nel 2009 qualcuno possa ancora cadere vittima dello stesso tranello...(fine spoiler) In The Uninvited si commettono poi degli errori grossolani che, di norma, contribuiscono alla mancata riuscita di titoli di questo genere. Il più evidente è quello di voler mostrare tutto subito e per il maggior tempo possibile...forse la peggior soluzione per cercare di tenere viva la suspense. La comparsa dello spettro va centellinata non proposta dalle prime battute del film. Dimostrando quindi di essere a digiuno di queste semplici nozioni, gli sceneggiatori ricorrono al solito stratagemma del boo a tutto volume. E' un vero peccato perchè i fratelli Guard, qui al loro esordio, dimostrano di saperci fare con la telecamera e anche la fotografia di Dan Landin è davvero ben realizzata. Questa volta l'operazione riciclo non sembra aver funzionato benissimo per le casse dei produttori: The Uninvited ha per ora incassato poco più di 30 milioni di dollari, una cifra che avrà sicuramente coperto tutte le spese e anche molto di più (il film non dovrebbe avere un alto budget), ma siamo ben lontani dai 249 milioni di dollari incassati da The Ring e i 187 milioni di The Grudge. Spero tanto siano le prime avvisaglie di un inesorabile declino di questa assurda moda...

 

Articoli correlati
Recensioni Film
  • Venerdì, 07 Giugno 2013
  • Da Alberto Genovese

Maniac (Remake) [2]

La premiata coppia Aja/Levasseur colpisce ancora. Dopo aver rinfrescato il cinema anni settanta con due ottimi remake come Le Colline hanno gli Occhi e Piranha 3D mettono le mani su un piccolo cult...

Altri articoli
  • Lunedì, 15 Marzo 2004
  • Da Luca Durante

L'Uomo dagli Occhi a Raggi X

  • Domenica, 26 Giugno 2005
  • Da chainsawmax

Essi Vivono

  • Giovedì, 24 Gennaio 2013
  • Da Super User

Sinister, l'horror di Scott Derrickson, a Marzo nei nostri cinema. Ecco il Trailer italiano e la Locandina

  • Domenica, 20 Luglio 2008
  • Da Marco Viola

Che la Fine abbia Inizio

  • Lunedì, 04 Febbraio 2008
  • Da Alberto Genovese

L'Incubo di Joanna Mills

  • Sabato, 19 Marzo 2011
  • Da Giorgio Santangelo

Opera

  • Mercoledì, 06 Ottobre 2010
  • Da CuciBoy

Buried: Sepolto

  • Lunedì, 17 Febbraio 2014
  • Da Super User

Box Office Italia USA - In USA i Lego vincono ancora, anche con RoboCop

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort