SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

The Toxic Avenger 2

Rating: 2.00/5 (1 Vote)
The Toxic Avenger 2 2.00 of 5 1 Vote.
In seguito alla capillare opera di bonifica del Vendicatore Tossico, Tromaville da culla di corruzione e malavita è divenuta cittadina ideale, dove non regnano che pace, gioia e onestà. La totale assenza del Male contro cui lottare getta il nostro eroe in un profondo stato di depressione, attanagliato da un senso di completa inutilità. Ma poco male, perchè è solo grazie a lui se ora Tromaville è pulita e felice. A turbare l'idillio giunge la temibile Apocalypse Inc., una multinazionale priva di scrupoli, che mira a fare di Tromaville una discarica per rifiuti tossici. Per realizzare indisturbati i loro loschi piani, i dirigenti della multinazionale devono prima liberarsi dell'alfiere di Tromaville, che, per quanto depresso, rimane una non trascurabile minaccia. Toxie viene dunque allontanato dalla città natale con l'inganno: abbagliato dalla prospettiva d'incontrare suo padre, si dirige alla volta del Giappone in Windsurf (!). Approfittando della sua assenza, l'Apocalyspe Inc. s'impadronisce di Tromaville per trasformarla in Apocalypseville. I cittadini non possono che subire impotenti, fino al ritorno del loro salvatore.


Secondo capitolo della saga dedicata alla creatura di Kaufman, che purtroppo non si avvicina neanche lontanamente ai livelli del primo. In effetti è un sequel piuttosto fiacco, girato in fretta e con poche idee, dal ritmo troppo lento e dalle gag ripetitive. Intendiamoci, il divertimento per gli irriducibili appassionati (è il caso di chi scrive) non manca, i caratteristici ingredienti Troma ci sono, seppur in misura molto minore rispetto al primo capitolo. Il binomio vincente sesso & sangue viene sacrificato in nome di una demenzialità eccessivamente invadente, che sfocia troppo spesso nel grottesco e nel cartoonesco. Viene meno quella carica eversiva che permeava la prima pellicola; il Vendicatore Tossico di questo secondo episodio vive di rendita, manca di incisività, e i pochi elementi politicamente scorretti non bastano a coprire i buchi. Kaufman, come sua abitudine, si diverte a parodizzare classici del cinema mainstream (vedi Lo Squalo), ma l'insieme lascia un amaro retrogusto da divertissement di serie zeta che non soddisfa come dovrebbe, dove a latitare sono le vere idee, e dunque il vero divertimento.


Si sopperisce alla mancanza di sceneggiatura infarcendo il film di assurdi combattimenti dalle coreografie tanto lunghe quanto improvvisate, e la pellicola arranca senza mai coinvolgere davvero lo spettattore, pur strappandogli qualche sorriso di tanto in tanto. Unico elemento di (forzata) novità sono le sequenze ambientate in Giappone che, inserendo Toxie in un contesto del tutto estraneo a quello abituale, impediscono che la sceneggiatura crolli su sè stessa e che lo spettatore si addormenti. Un sequel girato nel mero tentativo di sfruttare il successo del prototipo (vero e proprio miracolo di cinema indipendente), di cui ricicla qualche idea senza mai riuscire a riproporne l'atmosfera. Peccato, un'occasione sprecata.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Venerdì, 03 Febbraio 2006
  • Da Staff

The Toxic Avenger Part III: The Last Temptation of Toxie

  • Martedì, 08 Luglio 2008

The Toxic Avenger

  • Giovedì, 08 Dicembre 2005
  • Da Staff

The Toxic Avenger

  • Martedì, 14 Maggio 2013
  • Da Super User

Arnold Schwarzenegger nel Remake USA di The Toxic Avenger???

  • Mercoledì, 04 Maggio 2011
  • Da Super User

I Deliziosi Figli di Toxie nel nuovo Teaser Poster di The Toxic Avenger V: The Toxic Twins

  • Lunedì, 25 Giugno 2012
  • Da Alberto Genovese

Piranha 3DD

  • Venerdì, 27 Giugno 2008
  • Da moriarty

Class of Nuke 'Em High'

  • Lunedì, 20 Luglio 2009
  • Da mike

Nekromantik 2

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort