SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

The Grudge 2

Rating: 2.00/5 (1 Vote)
The Grudge 2 2.00 of 5 1 Vote.
Takashi Shimizu è il creatore di una fortunata serie molto apprezzata in Giappone (e non solo), Ju-On e Ju-On 2 e di un primo rifacimento americano di Ju-On, distribuito con il titolo The Grudge. Quest'ultimo, forte anche della presenza di un'attrice molto amata dai teenagers come Sarah Michelle Gellar (Buffy) e di qualche interprete di pregio come Bill Pullman, ebbe un incredibile successo al botteghino (costato appena 10 milioni di dollari ne ha incassati 110). Il film però riproponeva le medesime sequenze e vicende del suo corrispettivo giapponese, nonché lo stesso standard di ritmo, certa insostenibile lentezza nei dialoghi, e i medesimi escamotage d'apparizione dello spettro furioso (Ju-On vuol dire rancore), anch'esso praticamente identico nelle fattezze rispetto alla pellicola originale. La Kayako spiritata dei due film non ha tratti dissimili dalla Samara di The Ring o dal fantasma di Dark Water e in The Grudge 2 ciò risulta evidente quasi in modo fastidioso.
Ora, lodevole il tentativo di Shimizu di aggiornare il plot, intrecciando contemporaneamente più storie, quasi ispirandosi ai short cuts di Altman (anche se molto alla lontana): così troviamo Jennifer Beals matrigna affettuosa alle prese con il trasloco in un nuovo condominio, insieme al marito e ai di lui due figli; una ragazza americana alla scuola internazionale di Tokyo che è piuttosto incline a subire il bullismo delle coetanee; la Gellar al punto in cui l'avevamo lasciata; la sorella di quest'ultima intepretata da Amber Tamblyn (Joan of Arcadia) che, giunta dagli Stati Uniti per fare luce su quanto è successo, si improvvisa, insieme ad un fotoreporter giapponese (Edison Chen), detective dell'occulto. A collegare il tutto, il solito essere malvagio, uno spirito mai sazio d'ira che contagia chiunque e ovunque. Fin qui tutto bene, ma le interpretazioni della Tamblyn e di Chen sono terrificanti e, come se si muovessero su uno sfondo televisivo, risultano incapaci di trasmettere credibilità all'orrore di una vicenda paranormale e piuttosto scabrosa nelle sue premesse.
Altro elemento che senz'altro lascia perplessi, il difficile amalgama tra il moltiplicarsi ad infinitum degli spettri, con i voluti effettacci del caso, e le forzature di dialogo, vere e proprie conversazioni trattenute e rilasciate con un bel pò di vuoti e sospiri...
Per quanto in cerca di un consenso unanime, l'aver citato in modo grossolano Shining, Blair Witch Project e persino Nightmare o Allucinazione Perversa, non ha giovato al film che negli esiti è piuttosto sconclusionato, ridicolo e deludente.
Prodotto dalla Ghost House Pictures di Sam Raimi e sceneggiato come nel precedente The Grudge da Stephen Susco, la pellicola si conclude con un finale opzionabile e solo gli incassi decreteranno la stesura o meno di un terzo e nuovo capitolo.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Lunedì, 04 Febbraio 2008
  • Da Alberto Genovese

L'Incubo di Joanna Mills

  • Sabato, 01 Gennaio 2005

Ju-on: The Grudge

  • Venerdì, 24 Aprile 2009

The Grudge 3

  • Martedì, 07 Ottobre 2008

The Grudge 2

  • Venerdì, 21 Marzo 2014

The Grudge (Reboot)

  • Lunedì, 17 Maggio 2004
  • Da Francesco Villani

Ju-On: The Grudge

  • Venerdì, 09 Ottobre 2009
  • Da Super User

The Texas Chainsaw Massacre 3 3D - La Twisted Pictures acquista i diritti del Franchise

  • Mercoledì, 03 Novembre 2010
  • Da Francesco Scardone

Tokyo Gore Police

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort