SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Tetsuo

Rating: 4.00/5 (1 Vote)
Tetsuo 4.00 of 5 1 Vote.

Un uomo (Shinya Tsukamoto) entra in una fabbrica abbandonata; lo seguiamo mentre afferra una spranga di ferro e se la conficca violentemente dentro una ferita nella gamba. Il corpo però respingerà il metallo. Corso via dall'edificio, l'uomo verrà investito da un'auto guidata da un mite impiegato con cravatta e occhiali (Tomoroh Taguchi). Per quest'ultimo sarà l'inizio di un orrore senza fine: il suo corpo si trasformerà in un ammasso informe di carne e metallo, impegnato in uno scontro distruttivo con il suo rivale, che lo perseguiterà fino alla metamorfosi finale in cui le due entità si fonderanno in una sola.

Tetsuo, film culto di uno dei più estremi autori giapponesi, apre la strada al cyberpunk con una tecnica mai vista prima: la violenza grafica da fumetto è unita all'estetica da videoclip e ad una visione allucinata del mondo. Il mondo è degrado e il corpo è un prodotto dell'industria, anzi è una macchina. La città ci viene mostrata con un susseguirsi di immagini velocissime, la cinepresa di Tsukamoto non lascia il tempo di ambientarci, ci proietta immediatamente nello scontro tra i due titani.
Al regista interessa il tema, caro a David Cronenberg, della mutazione del corpo e della fusione tra carne e metallo, ma anche della sessualità ossessiva e repressa dell'uomo moderno. Tetsuo è l'uomo di ferro: il desiderio di un individuo di essere un eroe invincibile e onnipotente che diventa auto-flagellazione del corpo, uno spaventoso innesto di materia inorganica e tessuti viventi. Nel mondo dove tutto è possibile, un tranquillo impiegato come tanti altri si trasformerà in una belva meccanica, liberando quelle passioni fino a quel momento proibite contro la sua donna, sfogando così tutta l'aggressività animale dell'uomo repressa dalle regole della società.
Quello a cui assistono i protagonisti dopo l'incidente è un mondo nuovo, il mondo del metallo, che permette al corpo di evolversi in una nuova specie che altro non è che un ibrido dei peggiori istinti umani. L'impatto di Tetsuo sullo spettatore è, a prima vista, violentissimo: mai, infatti, si era vista una visione del mondo così disturbante e pessimista. Non c'è nessuna via di salvezza né tanto meno di redenzione, tutto è un crescendo di situazioni sempre più estreme che porteranno allo scontro finale come soluzione inevitabile.

Le due macchine umane si uniranno insieme in un colosso di carne, ferro, tubi, cannoni e fili elettrici pronti per la distruzione totale. Tsukamoto ci presenta così Tetsuo, girato in un bellissimo bianco e nero che ricorda i manga giapponesi. Le redini del film sono affidate a tre soli attori protagonisti di cui uno è lo stesso Tsukamoto, abituato da sempre a recitare parti fondamentali nei suoi film e a ricoprire anche le vesti di regista, montatore, scenografo, direttore della fotografia, autore degli effetti speciali e delle musiche. Segue Tomoroh Taguchi, bravissimo nell'interpretare la figura del mite impiegato prima e dell'uomo macchina violento e aggressivo dopo. Inoltre è doveroso aggiungere che la pellicola è priva di dialoghi e quindi tutta la recitazione è affidata alla fisicità dei protagonisti.
La regia e la fotografia rendono molto bene l'idea di un'umanità contorta e degradante mentre le musiche, mix di rumori e gemiti, contribuiscono all'angoscia e al senso di dolore che pervade tutto il film. Infine gli effetti speciali realizzati in uno straordinario stop-motion sono parte integrante e inscindibile di tutta l'opera.
Tetsuo non è dunque un film per tutti, i contenuti e i temi trattati vanno infatti ben oltre il cinema d'intrattenimento, ma l'originalità e le visioni di questo autore meritano sicuramente di essere prese in considerazione da chiunque ami il cinema.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Sabato, 11 Dicembre 2004
  • Da baggio

Poltergeist: Demoniache Presenze

  • Lunedì, 26 Luglio 2004
  • Da Lercio

Zombie 90: Extreme Pestilence

  • Martedì, 03 Marzo 2009
  • Da Filippo Gatti

Caltiki: Il Mostro Immortale

  • Mercoledì, 11 Luglio 2012
  • Da m.Dellamorte

Guinea Pig

  • Martedì, 24 Maggio 2011
  • Da Super User

Il Fantastico Mondo degli Effetti Speciali: la Creature Corps di Robert Kurtzman

  • Lunedì, 29 Marzo 2004
  • Da Lercio

Undead

  • Martedì, 19 Luglio 2011
  • Da Alessandro Lago

Pumpkinhead

  • Lunedì, 21 Giugno 2004
  • Da Lercio

Junk

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort