SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Stir of Echoes 2: The Homecoming

Rating: 3.00/5 (1 Vote)
Stir of Echoes 2: The Homecoming 3.00 of 5 1 Vote.
Ted Corgan, generale della National Guard americana, torna, ferito, da una difficile missione in Iraq. Nella missione alcuni suoi colleghi sono morti, e Ted continua a sentire i sensi di colpa per le vittime e per aver causato, con un suo ordine, la morte di un gruppo di civili iracheni innocenti.
In casa non riesce a stabilire un dialogo con il figlio Max che lo accusa di essere un guerrafondaio e dice di subire, a causa sua, minacce e abusi da parte dei coetanei.
Oltre al clima teso in famiglia Ted inizia a vedere ovunque corpi bruciati e mutilati, fantasmi completamente ustionati e queste visioni si fanno sempre più insistenti e reali: lo sfiorano, cercano di parlargli o comunicare attraverso segnali apparentemente incomprensibili.
Ciò che deve fare è guardarsi intorno, oltre la propria storia, osservare tutto quello che accade fuori, come gli sugerisce Jake Witsky (unico personaggio che, seppur in un ruolo marginale, era presente nel primo Echi mortali).

Quello che dal titolo appare come il sequel del thriller paranormale del 1999 di David Koepp (celebre sceneggiatore e regista di Secret Window), in realtà ha quasi niente in comune con il film interpretato da Kevin Bacon.
Ci sono le visioni, c'è la casa, c'è la famiglia: ma questi elementi sono presentati attraverso un'ottica ben diversa rispetto alla precedente.
The Homecoming, ossia il traumatico ritorno a casa da una difficile missione in Iraq di un generale della Guardia Nazionale Americana. Assumendo la più classica retorica potrei dire: eccola, la nuova paura dell'America, dopo il Vietnam, l'Iraq, la guerra/missione di pace in cui sono coinvolti moltissimi militari yankees.
Ma i tempi e le modalità delle due missioni sono molto diverse, come lo è la percezione dell'opinione pubblica e la fruizione dei fatti attraverso i mass media.

Gli echi del Vietnam sono stati molto forti soprattutto nella produzione cinematografica u201870/'80, soprattutto nell'exploitation (Hills have Eyes, Texas Chainsaw Massacre etc ).
The Homecoming è uno dei primi titoli legati a questo tema che in realtà è sfruttato per parlare d'altro, un tratto negativo della socetà Americana, la diffusione del razzismo, in un ambiente multiculturale e globalizzato qual'è quello degli Stati Uniti: il razzismo resiste e si diffonde assieme alla diffidenza verso il diverso, oggi più che mai identificato con il medio-orientale.
Il protagonista del film si sente colpevole dell'uccisione di civili innocenti, ma ciò che vede non rimanda alla realtà irachena, bensì alla propria.
L'unico filo conduttore tra le due realtà è l'elemento del FUOCO, distruttore e simbolo di violenza e morte: umani e non sembrano comunicare proprio attraverso il fuoco, in ogni sua forma (di significativa importanza, come elemento di set up & pay off del tessuto narrativo, un accendino a forma di carro armato). La storia è ben scritta e non lascia spazio a conclusioni scontate: la famiglia presentata è disgregata, ognuno è un nucleo a sè stante.

Il regista, produttore di alcune pellicole di genere come American Psycho e Cube 2, riporta sul (piccolo) schermo Rob Lowe (il film è stato prodotto per la tv dalla Lionsgate), una delle icone del cinema degli anni ottanta, recentemente apparso nella serie West Wing.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Sabato, 26 Marzo 2005
  • Da Sandra Sani

Il Vampiro dell'Isola

  • Martedì, 18 Marzo 2014
  • Da Alberto Genovese

300 L'Alba di un Impero [2]

  • Martedì, 25 Gennaio 2011
  • Da xChuCkyx

I Vivi e i Morti

  • Lunedì, 15 Settembre 2008
  • Da taake81

Zombies: La Vendetta degli Innocenti

  • Sabato, 10 Marzo 2007
  • Da Sutter Cane

Saw III: L'Enigma Senza Fine

  • Giovedì, 11 Ottobre 2012
  • Da Super User

The Lords of Salem - La Recensione in Esclusiva di Federico Zampaglione

  • Martedì, 05 Ottobre 2004
  • Da Roland

La Casa delle Ombre Lunghe

  • Lunedì, 26 Luglio 2004
  • Da Maxena

La Casa 5

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • porno - turk porno
  • kacakbahis99 - writing a profile for resume