SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Stagknight

Rating: 2.00/5 (1 Vote)
Stagknight 2.00 of 5 1 Vote.
I Weekend Warriors, la peggiore squadra di paintball Inglese, decide di recarsi in una zona sperduta delle foreste britanniche in occasione di un party di addio al celibato del loro capitano, una festa a base di sesso droga e, naturalmente, di un'ultima partita di paintball. Le cose non andranno proprio come previsto, soprattutto quando lo spirito di un gigantesco cavaliere, destato dal suo lungo sonno, comincerà a massacrare chiunque gli capiti a tiro.
Il Cinema Horror ha tante facce e lo slasher è di sicuro una delle sue più conosciute ed amate dai divoratori di pellicole de paura. Gli elementi che contraddistinguono questo genere sono molteplici ma i più evidenti sono senza dubbio la presenza del killer mascherato di turno, la consueta comitiva di teenagers pronta ad essere tritata nei modi più turpi e, last but not least, quel sano pizzico di sesso che non guasta mai.

Veniamo ora a Stagknight, lungometraggio d'esordio dell'inglese Simon Cathcart. Non solo la pellicola possiede tutte queste caratteristiche, ma ognuna di esse viene portata all'estremo; il tutto chiaramente visto in chiave demenziale e goliardica. Ecco quindi che il gruppo di bellocci da copertina viene qui sostituito da una combriccola di individui uno più imbecille e freak dell'altro, mentre l'assassino ha qui il volto, o meglio l'elmo e l'immensa corporatura di un cavaliere medioevale, armato di un gigantesco spadone al cui confronto il coltello di Michael Myers sembra il celebre multiuso di MacGyver. Ma come già detto, nel manuale del perfetto slasher movie non deve mancare un pò di erotismo ed anche in questo caso Cathcart opta per una scelta che non passa sicuramente inosservata agli occhi dello spettatore, scegliendo due pupe mozzafiato (soprattutto la splendida Jocelyn Osario) per interpretare un duo di sexy spogliarelliste.

Definito non a caso come Predator che incontra Porky's, Stagknight ricorda molto uno di quei classici B Movies degli anni 70/80 che in USA venivano proiettati nei Drive-In; quei film con il mostro gommoso che inseguiva la protagonista tettona per intenderci. Nella galleria di weirdo personaggi il più riuscito è proprio il cavaliere killer, interpretato da Martin Bayfield (stuntman di numerose pellicole di Harry Potter), il quale ci regala un paio di uccisioni davvero riuscite (fra tutte il cazzottone che fa esplodere il cranio di una delle vittime). Chi si avvicina a Stagknight deve essere consapevole che dovrà assistere ad una horror comedy totalmente nonsense e demenziale; lo stesso Cathcart ci tiene a farcelo capire sin dai folli titoli di testa. Che il regista inglese abbia inaugurato il genere medieval horror trash?English Translation: The Weekend Warriors, the worst english paintball team, decide to go to a secluded zone in the british forests for their captain's bachelor's party. A sex and drugs party and, of course, a paintball game. Things won't go as expected, especially when the spirit of gigantic knight, awaken from his long sleep, starts to slaughter anybody who comes in his hands. Horror cinema has many faces and the slasher is for sure one of the most famous and loved by scary movies eaters. The elements that mark this genre are many but the most evident are the presence of a masked killer, the usual teenager group ready to get chopped up and, last but not least, that healthy bit of sex (which never bothers).

Let's talk about Satgknight now, full-length debut by english Simon Cathcart. The film not only owns all these characteristics, but each one is brought to the extreme; all this is obviously seen with demential and goliardic eyes.
So, the group of good-looking teens here becomes a gang of imbeciles and freaks, while the murderer has the face, or better, the helm and the huge body of a medieval knight, armed with a gigantic long sword :compared to it, Michael Myers' knife seems MacGyver's famous multi-purpose knife. But, as already said, in the manual of the perfect slasher, you can't miss a little of eroticism, and in this case too Cathcart makes a choice that won't pass unnoticed to the audience's eyes, choosing wonderful chicks (especially Jocelyn Osario) to do the part of a sexy striptease duo.

Defined as Predator meets Porky's, Stagknight reminds of those classic 70/80s B-movies that were on american drive-ins; those movies where the gummy monster chased the busty protagonist, just to get it clear. In this gallery of weirdos, the most well-made is the killer knight, played by Martin Bayfield (stuntman in several Harry Potter movies), who gives us a couple of successful killings (above the others, the super-punch that makes one of the victims' head explode). Who comes close Stagknight must be aware that he will witness a totally nonsense horror comedy; Cathcart himself cares to make us know it with the crazy opening credits. What if the director has given birth to the medieval trash horror genre?

Traduzione a cura di Mirko Toro

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Sabato, 25 Giugno 2005
  • Da Cosworth

Spiaggia di Sangue

  • Giovedì, 11 Febbraio 2010
  • Da Giorgio Santangelo

Il Giorno di San Valentino

  • Venerdì, 29 Dicembre 2006
  • Da Marco Viola

Small Town: La Città della Morte

  • Mercoledì, 15 Dicembre 2010
  • Da jenkin

Presagi

  • Sabato, 28 Giugno 2008

Sgt. Kabukiman N.Y.P.D.

  • Giovedì, 15 Settembre 2011
  • Da Super User

Imelda Staunton, la professoressa Dolores Umbridge di Harry Potter, sale nuovamente in cattedra, ma stavolta del collegio infestato di The Awakening

  • Martedì, 28 Aprile 2009
  • Da Sabina Mazzoldi Pfeifer

Sessions of the Mind

  • Martedì, 12 Maggio 2009

San Valentino di Sangue 3D

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort