SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Silent Hill: Revelation 3D [2]

Rating: 3.00/5 (1 Vote)
Silent Hill: Revelation 3D [2] 3.00 of 5 1 Vote.

Personalmente non ho un buon rapporto con i film in 3d, fino ad ora i miei occhi si sono sempre intrecciati per vedere quelle immagini sbiadite proiettate sul grande schermo. Dopo aver visto Silent Hill: Revelation mi sono dovuto ricredere!

L'effetto tridimensionale è davvero ben realizzato in questo film e coinvolge fin dai primi minuti, senza moine, senza perdite di tempo, portandoti subito nell'inferno di Silent Hill.

La storia è un percorso della nostra protagonista Heather Manson, Sharon il suo vero nome (la ricordiamo come la bambina del primo film), che la porta a conoscenza della sua vera identità. Attirata a Silent Hill in tutti i modi da un gruppo di esaltati che fanno parte dell'Ordine di Valtiel, scoprirà realtà incredibili e si avvereranno gli incubi che la perseguitano fin da bambina. Fin da quando il padre, per difenderla dalla setta, le mentiva in ogni modo nascondendole il suo passato e facendole cambiare spesso città e nome.

Senza svelare troppo della trama, mi vorrei soffermare proprio sulla scenggiatura, che forse è la cosa che mi ha convinto meno. Oltre all'ambiguità e all'inutilità di alcuni personaggi che Heather incontra lungo il suo cammino, a tratti il film sembra "correre" per spiegarti cosa sta succedendo, concentrando in brevi periodi di tempo concetti che forse avrebbero dovuto spalmare in tutta la durata della pellicola. Si capiscono alcune cose del passato, flashback interessanti chiariscono la storia dei personaggi e ne rivelano la loro natura, ma sembra tutto un po' forzato.

Non mi ha colpito inoltre la scelta del doppiaggio italiano per la protagonista e per il suo amico Vincent.

Vince invece la colonna sonora a cura di Jeff Danna e Akira Yamaoka, che contornata da effetti audio sovrannaturali ti avvolge nella dimensione del film, rendendoti partecipe spesso a decapitazioni e mutilazioni di vario genere davvero di grande effetto! Sottolineo di prestare attenzione alla sequenza della "cucina" del centro commerciale, nella quale Heather cerca di nascondersi nei primi minuti del film. Potrebbe passare alla storia del cinema splatter a mio parere...

In conclusione il film risulta piacevole. Sia per chi ha giocato al videogame della Konami, sia per un pubblico di semplici appassionati di cinema horror. Heather (anzi Sharon) sembra uscita direttamente dal videogioco. Testa a Piramide è interpretato come nel primo film dallo statuario Roberto Campanella, ballerino e coreografo di tutte le creature del film. Le infermiere sexy e cattive sono sempre più belle e affascinanti. Da sognare la notte è la Creatura Manichino, un similragno che mette i brividi...
Consiglio quindi la visione senza aspettarvi un capolavoro di sceneggiatura, ma armatevi di calmanti e antistress, potreste averne bisogno soprattutto in alcune sequenze del film!

 

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort