SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Sexual Parasite: Killer Pussy

Rating: 3.00/5 (1 Vote)
Sexual Parasite: Killer Pussy 3.00 of 5 1 Vote.
Vagine killer, null'altro da aggiungere. Sono pazzi questi giapponesi! E' innegabile che gli abitanti del Sol Levante in materia di estremismi sono dei veri maestri. Una delle valvole di sfogo creative per le loro idee malsane è il cinema ed è così che il signor Takao Nakano, professione regista, per non smentire questa nostra convinzione ha scritto e diretto questo Kiseichuu: kiraa pusshii (Sexual Parasite: Killer Pussy, titolo internazionale completo). Si tratta di un medio metraggio della durata di sessanta minuti, girato in digitale e con un tasso splatter-trash davvero impareggiabile.

Un vero ed irresistibile bocconcino putrescente per tutti gli amanti del genere. Il tema svolto non è costituito da semplice violenza condita da ettolitri di sangue o sadiche torture, c'è molto di più; iniziando dai protagonisti, che sembrano usciti da un fumetto hentai (1) di terz'ordine e proseguendo con gelatine disgustose, simpatiche scene di sesso e decine di mostriciattoli mossi da ben visibili fili di nylon. Noterete subito che non tutti gli effetti usati nel film sono digitali come ad inizio pellicola. Molti di essi infatti sono stati realizzati con dei pupazzi e con tanta buona volontà. Risultato: demenzialità a go-go, probabilmente voluta e ricercata dal regista. Lo ammetto senza pudore: dopo la terza volta che Nakano mi ha mostrato dall'interno l'utero e le tube di Falloppio di una delle protagoniste mi sono alzato in piedi ed ho applaudito. Mi sono prodotto in una mini standing ovation, attratto da cotanta spregiudicata idiozia.

Cosa aggiungere ancora? Credo che abbiate capito di cosa si tratta (non certo di un capolavoro ma...), vi dico solo che dal 2004 ad oggi la disgustosa fama di questo j-film ha fatto proseliti in tutto il mondo. Quasi tutte le versioni in circolazione sono in lingua madre, ma potete affrontare tranquillamente la visione di Killer Pussy anche senza conoscere il giapponese...credetemi, i dialoghi sono secondari.

Non ho trovato riscontri in merito o dichiarazioni del regista, ma credo che Killer Pussy si possa tranquillamente catalogare come un tributo demente al classico Il Demone sotto la Pelle (1975) di David Cronenberg. Lo stesso discorso potrebbe valere per Splatters di Peter Jackson o la filmografia completa di Russ Meyer. A proposito di Meyer: lo sapevate che non tutte le ragazze giapponesi sono piatte? Ho vissuto per anni con questa falsa convinzione, come ho potuto?! Visionate Killer Pussy e fatemi sapere. Direi che dopo quest'associazione d'idee chiaramente deviata ed in tema con l'oggetto della recensione non posso che invitarvi a recuperare questo filmetto. Il sottoscritto garantisce sessanta minuti di non propriamente sano divertimento.

(1) Hentai: versione porno-erotica dei più noti Manga."

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Giovedì, 14 Luglio 2011

Parasite Soul

  • Lunedì, 11 Ottobre 2010
  • Da Dj Mayhem

The Alphabet Killer

  • Mercoledì, 01 Dicembre 2010
  • Da Francesco Scardone

The Killer Inside Me [2]

  • Domenica, 20 Dicembre 2009
  • Da Marco Viola

Jack Frost 2: Revenge of the Mutant Killer Snowman

  • Venerdì, 18 Gennaio 2013
  • Da Super User

Venerdì Trailer - Jolly Killer (Slaughter High) di George Dugdale

  • Martedì, 26 Aprile 2005
  • Da Nando Dessena

Killer Klowns from Outer Space

  • Lunedì, 26 Aprile 2004
  • Da Za-lamort

Radio Killer

  • Martedì, 23 Giugno 2009
  • Da mike

Anamorph: I Capolavori del Serial Killer

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort