SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Semum

Rating: 3.00/5 (1 Vote)
Semum 3.00 of 5 1 Vote.
Canan e Volkan sono una giovane coppia che acquista una bella villa in una località amena ad un prezzo decisamente interessante. Sin dall'inizio, però, Canan comincia a sentirsi a disagio nella nuova, imponente casa, ed il suo turbamento aumenta quando viene a sapere dal giardiniere Raci che il vicino, il sig. Macit, è sospettato di avere ucciso la moglie e nascosto il cadavere. La donna infatti è sparita nel nulla. La tensione aumenta quando Macit, dopo aver trovato nel proprio giardino i resti della carcassa di una non precisata creatura, accusa proprio Canan, facendo scoppiare un litigio che coinvolge anche Volkan.Canan è spaventata dal vicino e ne parla con l'amica Banu: il suo istinto le suggerisce di andar via immediatamente da quella casa, ma è ben consapevole che questo farebbe preoccupare il marito. Presto però Canan incomincia ad avere allucinazioni, incubi ad occhi aperti da cui non riesce a destarsi, in modo particolare è tormentata da una figura demoniaca nascosta nel buio che la terrorizza di continuo. La sua condizione peggiora vistosamente di giorno in giorno con violenti attacchi schizofrenici. Nemmeno le cure di un affermato medico sembrano avere riscontri positivi. Volkan a questo punto segue il consiglio dell'amico Ali, il quale gli suggerisce di chiedere aiuto ad un vecchio erudito che ha abitato per molti anni in Pakistan, uno che si intende di magia e sovrannaturale.Perché, a suo dire, la donna è preda di un Semum.Interessante titolo turco questo Semum, che mischia un genere horror molto prolifico, cioè quello delle possessioni demoniache, alle leggende e alla religione medio-orientale (qui non si invoca Dio bensì Allah).
Il film scorre gradevolmente: come da copione parte da un inizio tranquillo (l'acquisto nella nuova casa) per cominciare a salire sempre di tensione (lite con il vicino, strani rumori, le prime allucinazioni), fino alla possessione finale e allo scontro con il demone. I Semum, ci dice Ali, sono creature maligne che vivevano sulla terra prima che venissero creati gli uomini, dimorano all'inferno e se evocati possono perseguitare una persona, proprio come accade a Canan. Hoca, l'erudito turco, non è certo Padre Merrin ma fa la sua figura contro le forze oscure, scoprendo nel finale anche la causa dell'intromissione del Semum nella vita di Canan.Un buon horror, con un buon ritmo e molto suggestivo grazie a questa contaminazione turca/arabesca. Unica pecca che abbassa il voto finale riguarda gli effetti in digitale, in modo particolare il Semum, che a me ha ricordato il Malebolge del terribile film di Spawn. Insomma, si poteva fare decisamente meglio, anche solo con una maschera ben fatta.Finalmente un buon film anche dalla Turchia, che fino ad ora ci aveva regalato solo le perle trash di Çetin Inanç, uno che in fatto di risposte turche ad Hollywood non è secondo a nessuno.

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Martedì, 23 Marzo 2010
  • Da Pizzo the Bad

Messengers 2: L'Inizio della Fine

  • Martedì, 10 Gennaio 2012
  • Da Alessandro Lago

Non avere paura del Buio

  • Mercoledì, 25 Aprile 2007
  • Da Paolo Spagnuolo

Ghost Game

  • Domenica, 15 Aprile 2012
  • Da Salvatore Margiotta

Livide

  • Domenica, 17 Aprile 2011
  • Da Dj Mayhem

00 - Zero Zero

  • Venerdì, 15 Luglio 2005
  • Da Cosworth

La Casa Maledetta

  • Venerdì, 15 Luglio 2005
  • Da jenkin

Monkey Shines: Esperimento nel Terrore

  • Lunedì, 29 Settembre 2008
  • Da Paolo Spagnuolo

Repulsion

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort