SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo

Salvage

Rating: 3.00/5 (1 Vote)
Salvage 3.00 of 5 1 Vote.
Opere piccole e indipendenti come questo esordio cinematografico del britannico Lawrence Cough sono un vero e proprio balsamo per l'ormai inflazionatissimo cinema horror, la dimostrazione che si può creare tensione e paura senza necessariamente far vedere mostri, o almeno in questo caso, mostrandone pochissimo le fattezze. Cough ci dimostra senza ombra di dubbio la veridicità del motto fare di necessità virtù, conscio di non aver mezzi per raccontare in grande stile una truce storia di mutazioni e contagio stile La Città verrà distrutta all'alba (con un pizzico di Right at Your Door e Night of the Living Dead), opera, in complicità con lo sceneggiatore Colin O'Donnel, esclusivamente sull'impianto narrativo.Si parte quindi dalla teenager Jodie in viaggio in auto con il padre per raggiungere la madre Beth con cui passerà controvoglia il weekend. Il rapporto tra le due donne non è mai stato buono ma quando Jodie apre la porta della casa materna e scopre Beth a letto con uno sconosciuto le cose precipitano. Jodie insegue la figlia fino a casa delle vicine ma la ragazza non vuole saperne di vederla. A questo punto però quello che sembra un dramma famigliare perfettamente umano, prende una piega diversa: irrompono i soldati e fanno fuori un vicino armato di mannaia e completamente coperto di sangue. I militari spingono Jodie a rintanarsi in casa con Kiran, il suo amante, dove rimangono quindi prigionieri, assediati da non si sa bene cosa e immersi in un clima di paranoia e disperazione.Salvage gioca molto sul fatto che le cose accadano senza una ragione apparente. Per oltre tre quarti di film, infatti, non si capisce bene cosa stia succedendo, si parla di terroristi, si vedono ombre, persone che irrompono in casa e vengono uccise senza motivo, militari che sparano a casaccio. Una perfetta rielaborazione in salsa horror degli attentati terroristici di Londra dove Cough cerca di ricreare quelle sensazioni di confusione mentale tipici degli eventi drammatici. La spiegazione arriva poi attraverso le parole di un soldato ferito, e non appare neanche quella molto chiara; subito dopo arrivano i mostri ma il film, che dura praticamente poco più di 72 minuti, a quel punto è già finito. Peccato che, proprio quando arriva lo spiegone, la tensione di Salvage si allenta, generando più che altro confusione nella trama con conseguente penalizzazione dell'opera stessa, fino a quel momento decisamente oltre la media.Ottimi in ogni caso i due interpreti Shaun Dooley e Neve McIntosh molto realistici sia nell'approccio visivo sia in quello recitativo."

 

Articoli correlati
Altri articoli
  • Giovedì, 14 Marzo 2013
  • Da Super User

Cose Cattive - Il Primo Film Horror della Inside Production di Luca Argentero

  • Mercoledì, 22 Ottobre 2014
  • Da Marco Viola

31 di Rob Zombie - Sarà il mio Film più Brutale

  • Venerdì, 15 Luglio 2005
  • Da Cosworth

La Casa Maledetta

  • Venerdì, 17 Giugno 2011
  • Da Padre Karras

At The End Of The Day: Un Giorno Senza Fine [1]

  • Sabato, 30 Maggio 2009
  • Da Marco Viola

Donkey Punch

  • Giovedì, 01 Marzo 2007
  • Da Alberto Genovese

Freeze Frame

  • Domenica, 15 Aprile 2012
  • Da Super User

Il Silenzio degli Innocenti di Jonathan Demme - Questa Sera alle 21.30 su La7

  • Sabato, 19 Marzo 2011
  • Da Giorgio Santangelo

Opera

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort