SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo
  • Home
  • News
  • The Walking Dead Stagione 4 Episodio 2 - Infetto (Infected)

The Walking Dead Stagione 4 Episodio 2 - Infetto (Infected)

Episodio 2: Infetto (Infected)
Original Air Date - 20 Ottobre 2013Data di messa in onda in Italia: 21 Ottobre 2013 su FOX TV Regia di Guy Ferland, sceneggiatura di Angela Kang E' notte e tutto tace alla prigione, in un clima di totale tranquillità. Nessuno sa, tranne noi, che Patrick si aggira per i corridoi affamato di carne umana. Nemmeno Tyreese e Karen, che si godono ignari un po' sana di intimità. Ma è tardi ed è arrivato il momento di salutarsi: Karen entra nel suo letto, mentre Patrick avanza lentamente proprio in direzione della stanza della donna. Sarebbe potuta diventare il primo pasto del giovane zombie, ma un colpo di tosse proveniente dalla stanza vicina incuriosisce la creatura, che decide di banchettare con un altro povero malcapitato. Il tutto avviene nel più completo silenzio, anche perchè la vittima dormiva e il morso alla gola lo ha praticamente ucciso all'istante. the walking dead infetto Il bagno di sangue sta per scatenarsi. Sono le sei del mattino e Rick è il primo ad alzarsi in piedi: dopo un bacio alla piccola Judith lui e Carl andranno come ogni giorno a badare all'orto e ai maiali, rigorosamente disarmati. Si perchè Rick non ne vuole proprio sapere di tornare ad essere quello di prima, non vuole più essere il leader che decide per tutti sempre pronto a combattere. Quel Rick, secondo lui, ha fatto più danni che altro e stava trasformando il proprio figlio in un cinico pronto a sparare a bruciapelo ad un suo coetaneo senza battere ciglio. Basta. Esiste un consiglio che di volta in volta farà le scelte giuste per la comunità, c'è Daryl, ormai una guida per tutti e un esperto in fatto di difesa. Rick penserà a procurare il cibo, a fare il contadino insieme a Carl. E' più che sufficiente. Ma non quella mattina. Delle urla di terrore squarciano di netto quella calma apparente e all'improvviso tutto si trasforma in un inferno. Rick e gli altri accorrono in uno dei settori della prigione, trovando uno spettacolo spaventoso: molte persone si sono trasformate in zombie e stanno assalendo i propri compagni. Scoppia quindi una piccola guerra sanguinosa fra uomini e non morti, che termina per fortuna con la vittoria dei primi. Ma a caro prezzo, perchè di solito si è abituati a combattere contro perfetti sconosciuti che si sono trasformati in zombie, ma stavolta erano da tempo tutti parte del gruppo. Non ce l'ha fatta nemmeno il padre di due bambine, morso in un punto del corpo dove per ovvi motivi non è possibile effettuare amputazioni (la nuca): prima di essere ucciso chiede a Carol di occuparsi delle sue due piccole, perchè ora non hanno nessuno che penserà a loro. The Walking Dead Infetto Nel frattempo Daryl e Rick si assicurano di colpire alla testa i cadaveri, per evitare ulteriori tragedie, ma Rick sembra riluttante ad eseguire questa pratica e, se non fosse per l'occhio di Daryl che lo osserva a metà fra il "E' ora che torni in te" e il "Hai anche un po' rotto il cazzo" tornerebbe molto volentieri al suo orticello. Fanno fuori (di nuovo) anche il buon Patrick, così come altre persone trasformate in zombie senza essere state morse. Cosa li ha uccisi? Dai sintomi sembrerebbe un virus, una forma piuttosto aggressiva di uno pneumococco, che ovviamente senza cura porta a lasciare molto in fretta questa Terra. I sintomi sono piuttosto riconoscibili e sono gli stessi che aveva uno zombie visto da Rick fuori dal recinto. E' la prova che nei paraggi si è scatenata una sorta di epidemia che potrebbe mietere più vittime di un'invasione zombie. Il veicolo di questo contagio potrebbe essere la carne dei maiali che alleva Rick, sarà bene eliminare al più presto il problema. La diagnosi è stata gentilmente offerta dal Dr. Subramanian, detto Dottor S, un medico che sembra avere un'esperienza superiore a quella del nostro Hershel, che faceva il veterinario. In base a queste supposizioni, è necessario isolare al più presto le persone che potrebbero aver contratto il virus. Fra queste c'è anche Karen, che viene messa in isolamento con un'altra persona. E' il momento di seppellire i morti e Rick e Daryl hanno modo di parlare da soli. Quest'ultimo è contento che il suo vecchio compagno di massacri sia tornato operativo e glielo dice apertamente, augurandosi che collabori anche a trovare una soluzione per questa epidemia. Rick frena subito il suo entusiasmo, rispondendo che ha finito con quel tipo di vita, per il gruppo ci sarà sempre ma sarà d'aiuto in altri modi. La pausa che ha preso Rick dal suo ruolo è sacrosanta, senza di lui nessuno del gruppo sarebbe sopravvissuto, ma ora Daryl, che lo ha sempre difeso, comincia a manifestargli il proprio disappunto:"Quella pausa era giusta, ma per quello che vale tu vedi i tuoi errori, io vedo che quando siamo nella merda tu stai qui con una pala in mano". Una bella legnata in punta di fioretto non c'è che dire, ma non c'è tempo per proseguire la conversazione, perchè Maggie grida aiuto. The Walking Dead Infetto Gli zombie si stanno ammassando tutti in un unico punto del recinto: sono decine, spingono famelici e la barriera sta per cedere. Rick e gli altri stanno cercando di farne fuori il più possibile ma sono troppi, la protezione è condannata a cedere da un momento all'altro. Grimes allora si volta verso il recinto dei maiali e ha un'idea:"Daryl, prendi il pick-up, so cosa fare". Aperto il cancello principale, Daryl e Rick si posizionano con l'auto proprio alle spalle degli zombie: Rick tira fuori da una cassa dei maialini, che man mano squarta e getta in pasto alle creature. Il piano funziona e i non morti si allontanano dal recinto, che può essere finalmente rinforzato. Ma non è stato affatto facile per Rick: è come se fra quelle urla strazianti degli animali fosse morta anche quella parte mite del "Rick contadino", che con fatica ha cercato di cucirsi addosso subito dopo il conflitto con il Governatore. In questo mondo puoi coltivare cetrioli, arare i campi, arrostire un maiale, ma quando serve devi essere pronto ad uccidere, non puoi sottrarti a questo destino in un mondo invaso dagli zombie. Anche per questo Rick decide di restituire la pistola a Carl e a impugnare nuovamente la sua. Tanto anche Carol, come gli rivela lo stesso Carl, insegna a scuola ai bambini ad usare le armi. Il mondo è cambiato. Il recinto dei maiali è ormai un falò, Rick ci getta dentro anche la sua camicia insaguinata da fattore. Poi si guarda intorno, lungo il perimetro del carcere...ancora zombie. Dai torna Rick, maledizione!!! Ma c'è il colpo di scena finale. Un Tyreese innamorato più che mai si reca nel braccio della prigione dove è tenuta in isolamento Karen. Porta con sè un mazzo di fiori e un sorriso da ebete. Avrà una spaventosa sorpresa: due corpi giacciono carbonizzati sul pavimento. Accanto ad essi una tanica di benzina. Tyreese osserva il polso di una delle vittime: è il bracciale di Karen. Cosa è successo? Si è trattato di un suicidio o qualcuno li ha trovati morti e li ha bruciati? Oppure li ha uccisi? Per ora non si sa... The Walking Dead Infetto Infetto, la seconda puntata della Quarta Stagione di The Walking Dead, ci fa subito intendere che se pensavamo che la prigione fosse oramai un luogo sicuro...ci sbagliavamo di grosso. Per la prima volta la minaccia zombie arriva direttamente all'interno di una comunità, non tramite una classica invasione. E introduce un aspetto molto interessante che è stato sempre praticamente trascurato in buona parte degli zombie-movies: ok, c'è il virus zombie, ma tutte le altre malattie sono sparite? Visto che chi muore anche per cause naturali, diventa poi una creatura mangiauomini, se ci fosse una classica epidemia questo processo sarebbe devastante. E in un mondo collassato, dove ad ogni angolo ci sono corpi in putrefazione, la possibilità di essere fatto fuori da una malattia o infezione dovrebbe essere piuttosto alta no? Ecco quindi lo spunto per sviluppare una puntata molto interessante che, immagino, svilupperà l'argomento nei prossimi episodi. Spazio alle citazioni di grandi classici in Infetto. Quando ad inizio puntata lo zombie si solleva dal letto di fianco, facendo fuoriuscire le budella, mi ha ricordato subito una scena analoga ne Il Giorno degli Zombi di George Romero. Scopriamo anche che Lizzie e Mika, le bambine orfane del padre ucciso nella puntata, davano da mangiare ad uno zombie che avevano chiamato Nick. Non solo. Quando una delle due scopre che le hanno fatto fuori la creatura, soffre quasi come in occasione della perdita del padre. Parentesi interessante anche per quanto riguarda Michonne, qui in un ruolo più marginale ma non meno importante. A causa di una brutta storta durante un attacco zombie, la donna si trova in infermeria insieme a Beth, che la sta medicando. Ma non sono sole: c'è anche la piccola Judith in loro compagnia, che finisce fra le braccia di una (inizialmente) riluttante Michonne. Dopo qualche secondo però la donna scoppia in lacrime, mostrandoci un lato femminile e dolce di sè fino ad ora sconosciuto. Ma c'è del dolore in quel pianto, quella bambina forse ha fatto affiorare un brutto ricordo dal suo passato...scopriremo anche questo prima o poi.Splatter sempre in gran stile e, in alcune situazioni, anche bello old school, come lo zombie che viene schiacciato contro la rete della recinzione o lo stesso banchetto organizzato da Patrick.

 

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort