SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo
  • Home
  • News
  • The Walking Dead Stagione 3 Episodio 8 - Fatti per Soffrire (Made to Suffer)

The Walking Dead Stagione 3 Episodio 8 - Fatti per Soffrire (Made to Suffer)

Episodio 8: Fatti per Soffrire (Made to Suffer)
Original Air Date - 2 Dicembre 2012Data di messa in onda in Italia: 3 Dicembre 2012 su FOX TV Regia di Bill Gierhart, sceneggiatura di Robert Kirkman Eccoci quindi arrivati a questo mid-season finale che conferma ancora una volta come questa Terza Stagione sia per il momento la più bella, avvincente ed emozionante dell'intera serie di The Walking Dead. Fatti per Soffrire comincia con una sorpresa, ovvero un nuovo gruppo di sopravvissuti. Questo può significare due cose. Più personaggi che interagiscono fra loro, quindi più storie, più azione. Ma può voler dire anche un altro fattore meno positivo...qualcuno della vecchia guardia potrebbe venire eliminato nel corso dei prossimi episodi. Braccati dagli zombi che hanno invaso ormai ogni angolo del bosco, questi sconosciuti (almeno per ora) si trovano di fronte alla prigione dove vivono Rick e gli altri. Dettaglio non da poco: una di loro è stata morsa. L'edificio presenta una grossa apertura che permette al gruppo di potersi rifugiare per difendersi dall'assalto dei non morti. Certo che questo carcere ha più buchi di un Emmenthal. Il piccolo Carl è, in assenza del padre, colui che si occupa della sicurezza e, infatti, non appena sente un grido provenire dai settori interni della prigione non esita un secondo ad impugnare un'arma e una torcia per andare a vedere di che si tratta. Le urla provengono dalla sala del generatore e una volta erntrato Carl assisterà ad uno scontro fra umani e zombi. Grazie alla sua mira e alla prontezza di riflessi il ragazzino salva la pelle (e relative interiora) agli uomini e li conduce nel braccio sicuro della prigione, chiudendoli fuori dall'area dove vive lui con i suoi compagni. E' una decisione giusta. Il ragazzo non li conosce e potrebbero rappresentare un pericolo per la loro piccola comunità. Avranno acqua e cibo, ma per ora è il massimo che può fare per loro. Niente male il piccoletto. Ma suo padre? L'avevamo lasciato alle porte di Woodbury, pronto all'attacco. Rick vorrebbe agire più da stratega e meno da swat, ma Michonne, che conosce meglio di lui le eventuali falle difensive della città, si improvvisa guida di questo manipolo di "incursori". Grazie a lei riescono infatti a varcare le mura senza essere visti dalle sentinelle e, dopo aver tramortito uno degli abitanti, si mettono alla ricerca dei loro amici. Ma Michonne ha altro a cui pensare e si separa dai compagni. Glenn e Maggie stanno per essere giustiziati senza pietà da Merle. Hanno provato a sorprendere i loro aguzzini attaccandoli con dei pezzi di osso strappati ad uno zombi, ma il loro piano non ha funzionato. E sarebbe finita davvero male per loro se proprio in quel momento non fosse arrivato Rick, il quale, lanciando delle bombe fumogene riesce a salvare i due amici. E' il caos. Woodbury si trasforma in una zona di guerra con i due fronti che si combattono senza esclusione di colpi. Rick vive un incubo ad occhi aperti. Vede Shane, che lentamente gli si avvicina armato di fucile. Mentre l'uomo sta ancora cercando di capire se si tratti dell'ennesima allucinazione o del ritorno del suo ex amico dall'inferno, ecco che Shane spara e uccide Oscar. Brutta perdita, mi stava piacendo questo personaggio, peccato. Rick fa fuoco con la sua pistola e quando osserva il cadavere si accorge chiaramente che si è trattato di un'allucinazione. Le guardie di Woodbury sono troppe per cercare di contrastarle e la fuga si rivela subito la miglior tattica. Daryl rimane indietro in fase di copertura, una scelta che gli si torcerà contro... Michonne nel frattempo attende impaziente il Governatore nella sua abitazione. Lei e la sua spada. Ad un tratto sente un rumore provenire da una stanza. E' quella dove il signore di Woodbury tiene l'acquario di teste e, incatenata in una cella, la piccola Penny (malatissimo il siparietto padre-figlia a inizio puntata). Michonne pensa subito che la bambina sia ancora umana, ma le basterà scoprirle il volto da un cappuccio per capire di essersi sbagliata. Proprio mentre sta per ucciderla, arriva il Governatore, che la implora di lasciare stare sua figlia. Negli occhi di Michonne si legge il totale disprezzo e l'odio nei suoi confronti: per una volta lo tiene in pugno e trapassa il cranio della bambina con la spada. Nasce uno violentissimo scontro. Gli acquari si infrangono e teste di zombi circondano i due come tagliole per orsi, pronte ad addentare le loro prede. Michonne, che stava rischiando di soccombere, riesce a liberarsi della morsa del Governatore conficcandogli un pezzo di vetro nell'occhio. Proprio quando sta per dargli il colpo di grazia sopraggiunge Andrea, che sbigottita le chiede il perchè di tutto questo. Michonne abbassa l'arma e si volta allontanandosi lentamente. Ho temuto che Andrea le sparasse alla schiena sino all'ultimo fotogramma... La guerriera con la katana si ritrova con Rick e il resto del gruppo fuori dalla cittadina. Ma Daryl non c'è... Il Governatore, con tanto di benda all'occhio come nella serie a fumetti, mette in atto la più subdola delle strategie di guerra per legittimare ogni azione che verrà commessa dal quel momento in poi da lui e dalla sua milizia: la paura e l'odio. Radunata l'intera popolazione, l'uomo attribuisce questo grave atto di violenza a dei terroristi, gente di cui aver paura, gente da eliminare che mette a repentaglio la vita di ognuno di loro. E conclude giocando un'altra arma sempre efficace, quella del sospetto, della spia. E quella spia è Merle. Quest'ultimo gli aveva detto che Michonne era morta e per colpa sua ora Penny non c'è più...e nemmeno il suo occhio. Perfetto, ora sei uno di loro. Ma non è tutto. C'è un nuovo prigioniero: Daryl. I fratelli Dixon si riuniscono dopo tanto tempo, ma non si può dire che la circostanza sia tra le più fortunate. Non è proprio il massimo ritrovarsi circondato da persone, donne e bambini compresi, che ti urlano contro:"Uccidiamoli!!!". Anche Andrea rimane scioccata nel vedere Daryl. I terroristi di cui parla il Governatore sono quindi i suoi amici? Coraggio Andrea, fai uno sforzo... Ottima puntata, ma ora come si fa sino a Fenbbraio? Curiosità: la puntata è stata scritta da Robert Kirkman, l'autore della graphic novel oltre che executive producer della Serie TV. Blooper: la scena di Glenn che ricava delle armi dall'arto dello zombi è un tripudio di splatter, peccato solo che la creatura dimostri di essere un po' troppo non morta, visto che sbatte ripetutamente le palpebre. Un blooper vecchio come il cucco ma come vedete ancora in voga. Il titolo della nona puntata, che andrà in onda l'11 Febbraio 2013, si intitolerà The Suicide King.

 

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • porno - turk porno
  • kacakbahis99 - writing a profile for resume