SplatterContainer Logo
SplatterContainer Logo
  • Home
  • News
  • The Walking Dead Seconda Stagione - Episodio 12: Il Giustiziere (Better Angels)

The Walking Dead Seconda Stagione - Episodio 12: Il Giustiziere (Better Angels)

Episodio 12: Il Giustiziere (Better Angels)
Original Air Date - 11 Marzo 2012

Data di messa in onda in Italia: Lunedì 12 Marzo 2012 su FOX TV
Regia di Guy Ferland, sceneggiatura di Evan T. Reilly e Glen Mazzara

ATTENZIONE - SONO PRESENTI NUMEROSI SPOILER, FINALE COMPRESO.Questa puntata è Shane, in tutta la sua essenza. Il demone è finalmente libero.Basta filtri, maschere, frasi dette solo a metà, sguardi che vogliono comunicare mille sentimenti ma che rimangono tali. E' ora di Shane, quello vero, quello oscuro, quello che è stato costretto a rimanere chiuso in una corazza ormai divenuta troppo stretta dalla quale è tempo di liberarsi, o rischierà di impazzire definitivamente.Forse c'è sempre stato un mostro dentro Shane, forse anche prima della fine del mondo. Shane è sempre stato un uomo solo, un cane randagio. Pieno di carisma, di fascino perchè no, visto il numero di donne che si vantava di aver sedotto, però sempre solo, senza un obiettivo chiaro nella propria esistenza. Il suo amico fraterno, Rick, è l'esatto contrario: introverso, una vita divisa fra il lavoro e la famiglia, la stessa donna accanto da anni, un figlio da crescere. Un brav'uomo come tanti, che un tipo come Shane non farebbe fatica a marchiare come noioso.Quando però l'inferno degli zombi è giunto sulla terra e si pensava che Rick fosse morto in ospedale, Shane ha avuto modo di assaporare la vita di quest'ultimo: forse è in quel momento che lui ha davvero compreso quanto fosse prezioso ciò che possedeva il suo migliore amico e quanto invece sembrasse vuota e priva di significato la sua vita.Ma poi Rick è riapparso dal nulla e tutto è finito. Shane, complice anche l'ambiguità di Lori, è stato improvvisamente messo da parte, gettato via come se non servisse più, come se non fosse accaduto nulla, o peggio, come se si fosse trattato di un semplice errore. I ruoli sarebbero tornati quelli di sempre: Shane, la simpatica canaglia solitaria e Rick, il buon padre di famiglia.Ma era troppo tardi ormai. Shane non sarebbe mai più tornato indietro dopo quello che aveva vissuto. Ed è quando ha capito di aver perso ogni cosa che forse il demone dentro di sè si è svegliato...e ha cominciato a prendere il sopravvento, a mescolarsi con lo Shane di sempre, diventando un individuo nuovo, una sorta di "Non Shane": cinico, spietato, un implacabile schiacciasassi pur di ottenere ciò che vuole.E in questa grande puntata lo dimostrerà al meglio.Il Giustiziere, questo il titolo dell'episodio, comincia in un modo ahimè familiare: un funerale. Così come è accaduto con Sophia, tutto il gruppo sta dando l'ultimo saluto a Dale.Rick ricorda a tutti il valore di quest'uomo dotato di grande saggezza e bontà, ma ricorda anche le sue ultime parole rivolte ad un gruppo ormai in frantumi.Toccherà a Rick e ai suoi compagni dimostrare il contrario, dimostrare che il gruppo è di nuovo unito, compatto, che sono finiti gli individualismi, che occorre smettere di piangersi addosso. Sarà il modo migliore per onorare Dale.E così accade.Rick ristabilisce le regole e i ruoli nella piccola comunità. Il primo cambiamento è che tutti staranno a casa di Hershel, basta dormire nelle tende sparpagliati, è più sicuro stare fra le mura di una solida abitazione.Ci saranno dei turni di guardia e periodicamente si faranno delle ronde rastrella-zombi ai confini della proprietà.Sembra risolto una volta per tutte anche il problema Randall. Si torna all'idea iniziale di portarlo in un luogo lontano a lasciarlo lì con dei viveri. Fine del discorso. Questa volta, però, Rick andrà con Daryl. Meglio evitare guai.Carl si sfoga con Shane, raccontandogli della pistola rubata a Daryl e dell'episodio dello zombi. Il bambino si sente (giustamente) in colpa e non ha più intenzione di toccare una pistola in vita sua. Shane ne parla subito con Rick, il quale, prima di partire in missione, decide di tranquillizzare suo figlio.Fino ad un certo punto del suo cammino Grimes ha pensato che, zombi a parte, la sua vita e le sue responsabilità sarebbero rimaste quelle di sempre, ovvero essere un buon marito, un buon padre e un uomo onesto. Il male sarebbe rimasto fuori dalla sua famiglia, suo figlio sarebbe cresciuto lontano il più possibile dagli orrori che si sono abbattuti sul mondo. Ma Rick, soprattutto dopo le ultime tragedie accadute, ha capito che tutto questo sarebbe impossibile da realizzare. Non in una realtà dove la morte cammina indisturbata in ogni angolo.Essere un buon padre o un buon marito in piena apocalisse è diverso da come lo era prima. Se vuoi che i tuoi cari vivano, devono essere capaci di difendersi da soli se serve, perchè tutti possono morire e puoi trovarti in un attimo senza nessuno accanto, solo in un mondo ostile."Voglio che tieni la pistola, basta cose da bambini. Vorrei che vivessi un'infanzia come la mia ma è impossibile". Ecco ciò che Rick dice a Carl.Ma è tempo di confidenze anche per Lori, che, cambiando ancora una volta le carte in tavola, dopo aver cacciato come un appestato Shane e avergli aizzato contro il marito, ora vuole chiedergli scusa e ringraziarlo per aver protetto lei e Carl durante gli attacchi ad Atlanta. Ma la pagherà prima o poi questa donna? Non dico crepare, ma ricevere una bella lezione almeno...Forse sono proprio le parole della donna che riaccendono in Walsh il demone, che decide che è arrivato il momento di agire.Entrato nel fienile libera di nascosto Randall, portandolo ancora bendato fra i boschi. Una volta soli, Shane lo tranquillizza dicendogli che vuole semplicemente che gli indichi dove si trova il suo gruppo, perchè è stanco di stare con delle persone che sono destinate a morire. Il ragazzo si fida ma non ha capito con chi ha a che fare. Shane lo uccide e per inscenare una colluttazione colpisce violentemente il tronco di un albero con il viso.Poi si reca dal gruppo, raccontando di essere stato preso di sprovvista da Randall, che ora ha la sua pistola. Rick, Daryl, Glenn e Shane partono quindi in missione di ricognizione nel bosco. Si dividono in due piccoli gruppi, Rick e Shane sono uno di questi. Ormai è notte, la ricerca non sembra dare i suoi frutti. Daryl trova delle tracce che dimostrano che è accaduto qualcosa di diverso da quello raccontato da Walsh. Poi un rumore lo mette in allerta: è Randall trasformato in uno zombi. Glenn ha l'onore di farlo fuori e sempre un grande Daryl nota che sul corpo del ragazzo non c'è traccia di morsi. E il suo collo è stato spezzato, segno che qualcuno prima lo ha ucciso e poi, da morto, Randall si è trasformato. Rick è in pericolo.E' la resa dei conti.Grimes, senza bisogno di prove, capisce il gioco di Shane."Abbi almeno le palle di chiamarlo per quello che è. Omicidio" dice al suo vecchio amico.Ed ecco che Shane svuota tutto il suo dolore, la sua rabbia:"Io sono un uomo migliore di te, un padre migliore di te, un marito migliore di te. Tua moglie è a pezzi, tuo figlio è debole e tu non hai la minima idea di cosa fare...sei tornato e hai distrutto tutto. Non sarà facile ma ti dimenticheranno. L'hanno già fatto una volta". E' uno Shane fuori di sè, le sue parole sono pesanti ma la sensazione è che nemmeno lui creda fino in fondo in quello che sta dicendo. E' un uomo disperato, che ha vissuto dei momenti bellissimi, ma con la famiglia di un'altra persona. Credeva di aver costruito qualcosa e che quel qualcosa fosse importante, ma è bastato che Rick tornasse per vedere il suo sogno in frantumi. C'è solo una possibilità per sperare di tornare a vivere quel sogno: il suo amico deve morire, questa volta sul serio.Ma Rick non è più quello di prima, forse grazie anche allo stesso Shane. E alla prima distrazione ha la meglio su Walsh, colpendolo al petto con un coltello.A quel punto arriva Carl, che assiste sconvolto alla scena. Suo padre gli si avvicina, provando a spiegargli ciò che è accaduto, ma il bambino è terrorizzato ed estrae la pistola. Rick lo guarda incredulo, poi parte un colpo, ma non è diretto verso di lui, ma verso Shane, tornato dall'inferno in versione zombi. Bellissima scena.Cosa accadrà ora alla fattoria? Come la prenderanno i compagni di Rick? E Carl? Che razza di persona diventi se la tua infanzia è stata solo un bagno di sangue?Ma questi interrogativi sono niente in confronto a ciò che sta per accadere...perchè è tempo di invasione!!!Un'altra puntata memorabile.

 

 

Copyright © Splattercontainer | Informativa sulla Privacy | Powered by Tix Production

 

  • gunceladres.top - bahis siteleri - casino siteleri - alanya escort